Atena, ᾿Αϑηνᾶ, patrona della eponima città Atene, protettrice di eroi come Achille e Ulisse, dea della saggezza, della guerra, ma soprattutto della vittoria. Nata già adulta dalla testa di Zeus. Dea Greca identificata poi con la romana Minerva, rappresenta la dea Vergine e stratega per eccellenza.

ATENA: IL MITO

La leggenda narra che un oracolo predisse a Zeus che avrebbe concepito due figli che lo avrebbero eguagliato in saggezza e che lo avrebbero poi detronizzato, come già accadde in passato per il padre Crono e ancora prima, per suo nonno Urano.
Perciò dopo aver sedotto Metis, egli la rimpicciolì e la inghiottì, per paura che la premonizione si avverasse.
Zeus cominciò però a soffrire di mal di testa così forti, che lo costrinsero a chiedere aiuto ad Efesto il quale lo colpi con un ascia nel punto dolente, facendone fuoriuscire Atena, già adulta e armata.
Non essendo mai stata portata in grembo da nessuna madre, Atena è la vera e propria “figlia del padre”.
Si schierò sempre nella mitologia greca a favore del patriarcato e degli uomini, riconoscendo Zeus come unico genitore, giurandogli protezione e fedeltà eterna.

Un esempio lo troviamo nel mito di Oreste, ricordato come il primo processo descritto nella letteratura occidentale.
Oreste era imputato per l’uccisione della madre, la quale aveva a sua volta ucciso il marito. La tragedia aveva scisso gli dei in due fazioni, chi patteggiava per il ragazzo e chi lo accusava di matricidio.
Apollo prese le sue difese come avvocato e una volta conclusosi il processo la votazione della giuria si espresse con un pari.
Ad Atena spettava la decisione ultima e questa si espresse in favore di Oreste.

 

Atena goddess portrait

L’ARCHETIPO: LA STRATEGA

Atena rappresenta l’archetipo femminile che ha integrato in sé gli aspetti maschili. È una dea Vergine e come tale non sente il bisogno di sposarsi. Più che attratta da qualcuno, è attratta dal potere e dal potere che quel qualcuno può rappresentare.
È l’archetipo della donna razionale, dall’indole guerriera, “di testa” (come ci racconta il mito, del resto, è da lì che proviene), pragmatica, pianificatrice, che ama la vita di società e la cultura, la stratega contemporanea, per questo le sue scelte anche in ambito di amicizie, amori e lavoro sono prese con calma e lucidità, sono tasselli di un piano più grande.
Sono Atena tutte quelle donne che difendono lo “status quo” e le tradizioni, sono le tipiche donne conservatrici, “adulte” fin da bambine, che amavano l’ordine, lo studio, le attività pratiche e che ovviamente durante la crescita scelgono come figura di riferimento il padre, più che la madre.
Per una donna Atena il lavoro gioca un ruolo importante.
In esso vengono convoglia tutte le energie per esprimere se stessa. Non esiste nulla che può frenarla dal raggiungere i propri obiettivi ed è pronta a superare ogni ostacolo, anche a dispetto della propria etica, piuttosto che raggiungere il traguardo.
Tipiche professioni Atena sono la ricercatrice, la segretaria di un importante azienda, giudice, la dottoressa di successo e qualsiasi impiego che sia sinonimo di prestigio e onorificenza.
L’archetipo Atena sceglierà un matrimonio o una relazione vantaggiosa e sarà fedele e presente, sempre pronta ad aiutare il partner, finché questo le garantisca la posizione sociale che con quel matrimonio si è conquistata.
Come per Artemide anche la madre Atena, se ha figli, non vede l’ora che questi crescano. Così, come dea Vergine, sempre al pari di Artemide ed Estia, segue la spinta delle proprie priorità e una donna con questo archetipo ben presente sarà predisposta a polarizzarsi di più su quanto la interessa, che sui bisogni altrui.
A differenza delle altre due dee però ricerca la vicinanza degli uomini, con i quali lavora a stretto contatto con piacere, senza venirne attratta a livello sessuale.

 

SVILUPPARE ATENA

Come ogni archetipo, Atena ha pregi e difetti, come per ogni archetipo, possiamo integrarlo se ne abbiamo bisogno, per esempio, come può essere per una personalità Persefone. Per sviluppare l’archetipo guerriero di questa dea bisogna focalizzarsi sugli aspetti razionali del nostro essere, lo studio, i lavori manuali, tutti imprescindibili per lo sviluppo di intelligenza, coraggio e sicurezza. Si può appassionarsi a materie come scienze, matematica e qualsiasi lingua straniera.

E poi ovviamente puoi realizzare il servizio Goddess Portrait!

Ci sono tantissimi libri che ti consiglio di leggere per comprendere al meglio questo archetipo: il già citato “la psicologia del femminile di Erich Neumann“, il classico libro che se sei qui sai ti ho già citato.