MENU
R

Ringrazio per le mie ferite.

Goddess Portrait Giui

Così profonde, che se guardi bene dentro puoi vedere scoperto il cuore.

Goddess Portrait Giui

Guarda ancora meglio, osserva bene.

Goddess Portrait Giui
Non è il mio cuore è quello della bambina che sono stata.
Perché le ferite così profonde appartengono all’infanzia, eppure sono atemporali fanno male ora come allora.

Goddess Portrait Giui
Le mie ferite mi hanno fatto diventare selvatica. Le ho guarite con l’amore per il selvaggio e la natura, con la voglia di libertà e la ricerca costante di indipendenza,
ma mi hanno reso inaddomesticabile.

Goddess Portrait Giui
Ringrazio le mie ferite che sono tornate a pulsare, per ricordarmi che l’unico modo per guarire la mancanza d’amore è l’amore.
Ringrazio le mie ferite perché saranno il terreno su cui nasceranno i miei fiori.
Ringrazio le mie ferite per avermi resa Valorosamente Vulnerabile.

Queste Parole e questi autoritratti fanno parte del progetto "Caleidoscopio di Dee" dove Ilaria ed io indaghiamo il mondo delle Dee dentro la Donna, lei con i collages, io con l'autoritratto.

Ecco le storie di alcune Donne che ho manifestato con la mia fotografia:

Iscriviti al "Risveglio della Dea" ed impara a [ri]conoscere gli archetipi delle Dee dentro di te. È una newsletter poco invasiva, ma ad alto tasso di magia.

inizia a manifestare la Dea dentro di te
CLOSE MENU